Controllo mentale di massa
Massive Mind Control
(a cura di Fabrizio Rondina)

Nei documenti precedenti (DARPA e MONARCH) ci siamo occupati, seppur in maniera superficiale, del cosiddetto controllo mentale. Trattare questa materia è un’operazione ostica, poichè è un argomento che implica particolari conoscenze scientifiche sul funzionamento del cervello e della psiche e la capacità di spiegare con che mezzi e in che modi la vita di milioni di persone è influenzata e condizionata quotidianamente, 24 ore al giorno. Abbiamo pensato di approfondire comunque questo argomento poiché di particolare rilevanza e di estrema attualità: il controllo mentale di massa.
Dietro il debunking ufficiale (il tentativo del Sistema di smontare e confutare informazioni dimostrandone l’infondatezza), la manipolazione delle masse è avvenuta e si è drammaticamente consolidata nel passato; oggi si pratica regolarmente in ogni ambito della nostra esistenza.
Che i nostri cervelli subiscano continuamente dei veri e propri attacchi dall’esterno è, ormai, un fatto noto di cui siamo consapevoli.

Quello che ci coglie impreparati è, invece, la scoperta di essere diventati oggetto di una vera e propria Ipnosi di Massa senza averne mai percepito la presenza.
Per conquistare e mantenere il dominio è necessaria, oltre a una tecnologia costantemente aggiornata (e che ora spazia nelle tecnologie biologiche ed elettroniche), la cooperazione (consapevole o inconsapevole) degli altri esseri umani: da una parte, di ristrette cerchie di consapevoli, partecipanti (in varie forme e misure) ai benefici reali del potere; e, dall’altra parte, di categorie tanto meno consapevoli quanto meno partecipanti ai benefici e quanto più numerose e gravate dei costi del sistema: la piramide sociale.
Per indurre le persone a cooperare con un sistema che non capiscono, si manipolano sia i loro bisogni, timori, emozioni, che le loro informazioni sulla realtà, la loro cognizione di sé, della società, del mondo; e, ovviamente, si mimetizza lo stesso lavoro di manipolazione, in modo che la rappresentazione della realtà appaia genuina.


Noam Chomsky, padre della creatività del linguaggio, definito dal New York Times “il più grande intellettuale vivente”, spiega attraverso dieci regole come sia possibile mistificare la realtà.
La necessaria premessa è che i più grandi mezzi di comunicazione sono nelle mani dei grandi potentati economico-finanziari, interessati a filtrare solo determinati messaggi.

1La strategia della distrazione. L’elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche utilizzando la tecnica del diluvio o dell’inondazione di distrazioni continue e di informazioni insignificanti. Per esempio, l’esasperata concentrazione su alcuni fatti di cronaca.
2Creare il problema e poi offrire la soluzione. Questo metodo è anche chiamato “problema – reazione – soluzione”. Si inventa a tavolino un problema, per causare una certa reazione da parte del pubblico, con lo scopo che sia questo il mandante delle misure che si desiderano far accettare. Un esempio ? Mettere in ansia la popolazione dando risalto all’esistenza di epidemie, come la febbre aviaria creando ingiustificato allarmismo, con l’obiettivo di vendere farmaci che altrimenti resterebbero inutilizzati. Altro esempio: lasciare che dilaghi o si intensifichi la violenza urbana, oppure organizzare attentati sanguinosi per fare in modo che sia il pubblico a pretendere le leggi sulla sicurezza e le politiche a discapito delle libertà. Oppure: creare una crisi economica per far accettare come male necessario la diminuzione dei diritti sociali e lo smantellamento dei servizi pubblici.
3La strategia della gradualità. Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, a contagocce, per anni consecutivi. E’ in questo modo che condizioni socio-economiche radicalmente nuove (neoliberismo) furono imposte durante i decenni degli anni 80 e 90: stato minimo, privatizzazioni, precarietà, flessibilità, disoccupazione in massa, salari che non garantivano più redditi dignitosi, tanti cambiamenti che avrebbero provocato una rivoluzione se fossero stati applicati in una sola volta.
4La strategia del differire. Un altro modo per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come “dolorosa e necessaria” guadagnando in quel momento il consenso della gente per un’applicazione futura. E’ più facile accettare un sacrificio futuro di quello immediato. Per prima cosa, perché lo sforzo non deve essere fatto immediatamente. Secondo, perché la gente, la massa, ha sempre la tendenza a sperare ingenuamente che “tutto andrà meglio domani” e che il sacrificio richiesto potrebbe essere evitato. In questo modo si dà più tempo alla gente di abituarsi all’idea del cambiamento e di accettarlo con rassegnazione quando arriverà il momento. Parlare continuamente dello spread per far accettare le “necessarie” misure di austerità come se non esistesse una politica economica diversa.
5Rivolgersi alla gente come a dei bambini. La maggior parte della pubblicità diretta al grande pubblico usa discorsi, argomenti, personaggi e una intonazione particolarmente infantile, spesso con voce flebile, come se lo spettatore fosse una creatura di pochi anni o un deficiente. Quanto più si cerca di ingannare lo spettatore, tanto più si tende ad usare un tono infantile. Perché ? Se qualcuno si rivolge ad una persona come se questa avesse 12 anni o meno, allora, a causa della suggestionabilità, questa probabilmente tenderà ad una risposta o ad una reazione priva di senso critico come quella di una persona di 12 anni o meno.
6Usare l’aspetto emozionale molto più della riflessione. Sfruttare l’emotività è una tecnica classica per provocare un corto circuito dell’analisi razionale e, infine, del senso critico dell’individuo. Inoltre, l’uso del tono emotivo permette di aprire la porta verso l’inconscio per impiantare o iniettare idee, desideri, paure e timori, compulsioni, o per indurre comportamenti.
7Mantenere la gente nell’ignoranza e nella mediocrità. Far sì che la gente sia incapace di comprendere le tecniche ed i metodi usati per il suo controllo e la sua schiavitù. “La qualità dell’educazione data alle classi sociali inferiori deve essere la più povera e mediocre possibile, in modo che la distanza creata dall’ignoranza tra le classi inferiori e le classi superiori sia e rimanga impossibile da colmare da parte delle inferiori”. Pochi, per esempio, conoscono cosa sia il gruppo di Bilderberg e la Commissione Trilaterale. E molti continueranno ad ignorarlo, a meno che non si rivolgano direttamente ad Internet.
8Imporre modelli di comportamento. Controllare individui omologati é molto più facile che gestire individui pensanti. I modelli imposti dalla pubblicità sono funzionali a questo progetto.
9Rafforzare il senso di colpa. Far credere all’individuo di essere esclusivamente lui il responsabile della proprie disgrazie a causa di insufficiente intelligenza, capacità o sforzo. In tal modo, anziché ribellarsi contro il sistema economico, l’individuo si auto svaluta e si sente in colpa, cosa che crea a sua volta uno stato di depressione di cui uno degli effetti è l’inibizione ad agire. I giovani, per esempio, che non trovano lavoro sono stati definiti di volta in volta, “sfigati”, choosy”, bamboccioni”. In pratica, é colpa loro se non trovano lavoro, non del sistema.
10Conoscere la gente meglio di quanto essa si conosca. Negli ultimi 50 anni, i rapidi progressi della scienza hanno creato un crescente divario tra le conoscenze della gente e quelle di cui dispongono e che utilizzano le élites dominanti. Grazie alla biologia, alla neurobiologia e alla psicologia applicata, il “sistema” ha potuto fruire di una conoscenza avanzata dell’essere umano, sia fisicamente che psichicamente. Il sistema è riuscito a conoscere l’individuo comune molto meglio di quanto egli conosca se stesso. Ciò comporta che, nella maggior parte dei casi, il sistema esercita un più ampio controllo ed un maggior potere sulla gente, ben maggiore di quello che la gente esercita su se stessa.

I media puntano a conoscere gli individui (mediante sondaggi, studi comportamentali, operazioni di feed back scientificamente programmate senza che l’utente-lettore-spettatore ne sappia nulla) più di quanto essi stessi si conoscano. Oggi più che mai infatti sembra che la popolazione si muova e agisca come telecomandata, assolutamente incapace di reagire alle imposizioni dei Governi, guidata inoltre da suggerimenti esterni che appena vengono percepiti dal conscio, ma si radicano e subdolamente lavorano a livello inconscio.


MESSAGGI SUBLIMINALI

Questi ‘suggerimenti’ vengono meglio definiti come messaggi subliminali, (dal latino 'sub', sotto, e 'limen', soglia, in riferimento al confine del pensiero conscio). Il messaggio è trasmesso attraverso scritte, suoni o immagini che trattano un qualsiasi argomento che nasconde al suo interno - come in un codice cifrato - ulteriori frasi o immagini avulse dal contesto iniziale che rimarrebbero inconsapevolmente nella memoria dell'osservatore. Come ben si sa se durante una proiezione viene trasmesso un fotogramma molto velocemente, non ci accorgiamo di vederlo, ma in realtà il nostro subconscio lo percepisce benissimo.
I messaggi pian piano si insinuano nelle nostri menti fino a portarci a pensare come vogliono “farci pensare” coloro che possiedono: i Media, le Banche, le Case farmaceutiche, le Compagnie di armamenti, le Compagnie petrolifere, i politici ed altri ancora….
Può sembrare una visione apocalittica della situazione, ma corrisponde alla realtà attuale!
Il dottor Welson Bryan Key, autore di tre libri sull’argomento: “Media Sexploitation”(Lo sfruttamento sessuale mediatico); “The Clam Plate Orgy” (L’orgia del piatto di molluschi); “Subliminal Seduction” (Seduzione subliminale) ha rivelato l’esistenza del Tachistoscopio, un proiettore con un otturatore ad alta velocità che fa lampeggiare messaggi ogni cinque secondi per 1/3 di millesimo al secondo.
Questi messaggi non vengono percepiti ad occhio nudo, ma vengono incamerati dal subconscio. Poi risalgono dal livello inconscio a quello conscio sotto forma di un pensiero, di un desiderio, di un’opinione…. Ormai esiste una Tecnologia tale per cui da un trasmettitore radio o televisivo si possono trasmettere messaggi subliminali sfruttando la lunghezza d’onda del trasmettitore stesso come “onda portante” attraverso cui si diffonde il messaggio stesso. Il problema si complica quando ci si rende conto che insieme allo sviluppo di tecniche di Ipnosi di massa sono state messe a punto anche quelle mirate ai singoli individui. Il “mind control” (controllo della mente) e il “brainwashing” (lavaggio del cervello) sono alcuni dei metodi riferiti alla persuasione forzata, ai sistemi di coercizione psicologica e ai meccanismi di influenza sui processi mentali di soggetti “nel mirino”.


TV HD

Testimonianza del ricercatore A. Bosman che a proposito del digitale terrestre disse:
"Esistono numerosi studi sulla sensibilità della ghiandola pineale ai campi elettromagnetici e le misurazioni EEG (elettroencefalogramma) hanno mostrato chiaramente che le nostre onde cerebrali vengono alterate. Per la salute neurale generale, le nostre onde cerebrali si abbassano a una frequenza alfa di 8Hz una volta ogni 30 secondi. La televisione tradizionale inducendo una risonanza di 24Hz ogni mezzo minuto fa in modo che l'abbassamento regolare a 8Hz sia sostituito da una frequenza più alta, portando il "soggetto telespettatore" ad una lieve forma di trance ipnotica. La tv digitale altera la frequenza addirittura a 30Hz ogni 30 secondi facendo sì che l'influenza delle microonde sia molto più complessa e preoccupante per la nostra salute psico-fisica, portando il "soggetto telespettatore" ad una forma di trance ipnotica più forte."
Ecco perchè stare di fronte alla tv rincretinisce le persone, i più vulnerabili risultano essere i bambini e gli anziani. Vi siete mai chiesti perché i Governi hanno spinto per rendere obbligatoria la tv digitale ad alta definizione ? Via cavo, satellite e televisori in HD. Magari con incentivi statali, sottocosto delle catene di distribuzione tecnologica che vi spingono a pensare di essere meritevoli di tanta attenzione e cortesia da parte di chi vi considera “qualcosa” da controllare.


CONTROLLO MENTALE IN “ALTA DEFINIZIONE”

E si, perché sembra sia stato architettato un piano segreto del Pentagono (ma toh...) a base di tecnologia psicotronica, nota come Silent Sound Spread Spectrum (SSSS) già operativa dagli anni ‘90, impiegata con successo nella prima guerra del Golfo in cui gli effetti fisici emotivi e psicologici erano così gravi da portare i soldati irakeni ad arrendersi in massa. Sembra siano stati più di 125.000 ad uscire dai loro bunker ed andare incontro ai soldati americani, senza che questi ultimi abbiano sparato un solo colpo. (si veda anche qua: Guerra Iran Iraq)
Ma veniamo al dunque: questa tecnologia sta per essere utilizzata in un operazione sotto copertura per manipolare e controllare mentalmente, utilizzando i trasmettitori HAARP, le torri GWEN, i ripetitori dei telefoni cellulari e, guarda caso, anche dalla tv digitale ad alta definizione (HDTV). Sembra, al riguardo, ci sia un brevetto ( Ultra-High Frequency (UHF) “Silent” Subliminal® Affirmations – US Patent # 5,1159.703), che è in grado di inviare messaggi subliminali registrati ad alte frequenze audio (14,8 khz) nascosti nella musica, ma anche in qualunque altro suono. Impercettibili alla mente cosciente, non sfuggono alla mente inconscia. Il processo di registrazione del Silent subliminal ha una potenza del segnale misurabile tra i 91 ed i 100 decibel. Molto più potente, rispetto ai tradizionali 18 decibel dei messaggi subliminali standard.
Il Silent Sound Spread Spectrum (SSSS) viene impiegato nella programmazione subliminale riportandola nelle onde di trasmissione UHF.


TV e Media

La società contemporanea si caratterizza tra l’altro per la larga diffusione di innovazione e tecnologia avanzata e con esse dei media, di internet come anche della TV, dei videogiochi etc. Un’immensa realtà virtuale ci “sovrasta”, una realtà in cui siamo immersi ogni giorno come in un mare “tecnoliquido”. Realtà fittizie che ci intorpidiscono sempre più, realtà virtuali che ci rendono automi e alienati allo stesso tempo.
Realtà virtuali e fittizie che non sono altro che una “fuga psicogena” dalla vita reale che forse percepiamo oppressiva, negativa, monotona, vuota o comunque “da rifiutare”.

Una fuga psicogena da una vita reale non “allettante” quanto la vita “iperreale” (Baudrillard) delle realtà fittizie e virtuali in cui siamo immersi ogni giorno come in un liquido amniotico che però non “aiuta” a farci nascere ma al contrario aiuta a farci morire sempre più in giornate di passività, disimpegno, annullamento del pensiero e delle idee proprie, annullamento degli stimoli sociali e culturali etc.
Fuga psicogena quindi in un “labirinto interminabile” di immagini, suoni e video che ci stordiscono sempre più e ci rendono controllabili e manipolabili.
Una realtà “liquida e viscosa” in cui restiamo intrappolati, pronti per essere plasmati dall’alto dalla “propaganda” e dal pensiero unico sommatoria delle tantissime “verità molteplici”e dalla propaganda del “totalitarismo perfetto” dell’imperante società dell’immagine in cui viviamo, società dell’immagine espressione del sistema-società neoliberista e capitalista, società dell’immagine che propone idoli da adorare, icone pop, mitologie, sottoculture e tanto altro per tenerci imbambolati ogni giorno davanti ad uno schermo.


MICROCHIP e RFID

Microchip sottocutanei, prelievi genetici, registrazione di dati : il nuovo ordine mondiale si prepara al controllo globale della popolazione.
In USA molti se lo sono fatto impiantare volontariamente per monitorare la salute o per essere localizzabili, ed in alcuni negozi USA è già possibile utilizzarlo per pagare e come Fidelity Card. Ora PROPONGONO SCONTI per indurre la popolazione a chipparsi. Se il disegno va avanti (e visto che comunque si cerca di arrivare ad eliminare i pagamenti contanti il momento non è lontano) tra qualche anno saremo tutti microchippati, ovviamente buona parte del gregge sarà felice di esserlo e rifiutarlo probabilmente sarà difficile. Faranno in modo che senza chip sia impossibile vivere, ma sarà anche la fine totale di ogni privacy, potranno verificare cosa compriamo (sarà utilizzato per tutti i pagamenti) dove ci rechiamo, dove siamo...

A dirla tutta non cambierà poi molto visto che già oggi con lo smartphone in tasca: che può essere utilizzato come microspia per intercettazioni ambientali con tanto di telecamera, oltre a monitorare le conversazioni e vedere dove siamo e dove ci spostiamo, tramite la tecnologia GPS, il navigatore che ci hanno opportunamente integrato...
Il chip è grande come un chicco di riso e contiene un RFID, un dispositivo a radiofrequenza, un transponder, che permette di identificare il portatore e che da modo di compiere i pagamenti elettronici in totale sicurezza.
Un personaggio come Julian Assange di Wikileaks o Snowden ad esempio, potrebbero essere “eliminati” dagli stati tramite il blocco del loro microchip. Evidentemente senza pagamento elettronico e con il contante che non viene più usato è un problema sopravvivere. Chi manifesta potrebbe essere immediatamente catalogato come manifestante in quanto il chip ci identifica ogni volta passiamo un varco elettronico che saranno molto diffusi sul territorio.


Centinaia di telecamere, private e pubbliche, ci riprendono continuamente...

Utilizziamo i social network, dove carichiamo foto, esprimiamo opinioni, i nostri gusti e la personalità (in base alle pagine ed i gruppi a cui una persona si iscrive) e buona parte delle nostre amicizie, con la quale parliamo tramite i social network...
Paghiamo sempre di più con le carte di credito e aderiamo alle "fidelity card" che permettono di "schedare" i nostri acquisti, che saranno utilizzati per ricerche di mercato incrociando i dati relativi alle nostre abitudini al nostro profilo anagrafico (sesso, età, etc..) ...

Con il microchip il controllo sarà totale, il grande fratello è realtà !
Se ciò fosse stato fatto per il rispetto di leggi e regole giuste, sarebbe stato bellissimo, ma invece sembra sempre più che a questo rigoroso controllo della cittadinanza sia stato "affiancato" ad un percorso di restringimento dei diritti e delle regole democratiche, i cittadini vengono impoveriti sempre di più, mentre le condizioni lavorative sono peggiorate ed i salari nel migliore dei casi sono rimasti tali e quali. I cittadini che scendono in piazza a manifestare, pochi e frammentati in "categorie" e non uniti in quanto cittadini, grazie al fatto che ciascuno si muove solo per le ingiustizie lo riguardano in prima persona, e nessuno si interessa se la persona che abbiamo vicino viene CALPESTATA nei suoi diritti, non ottengono mai niente e comunque vengono represse a manganellate.


Grazie al controllo sociale - che non si limita al controllo tecnologico, ma anzi sopratutto al CONTROLLO MENTALE, come le divisioni di cui sopra - una casta di pochi individui si è permessa di piegare ai propri interessi MILIARDI di persone costrette a vivere nelle difficoltà, talvolta persino nella povertà. Persone ricattate lavorativamente, costrette a rinunciare a diritti fondamentali come la salute, ad una vita dignitosa.

COME E' POSSIBILE CHE IL 99% DELLE PERSONE PERMETTA AD UNO SCARSO 1% DI AVERGLI MESSO LE CATENE E AVERLI RIDOTTI A MODERNI SCHIAVI SENZA NEMMENO LAMENTARSI ?

Ci hanno addomesticato come scimmiette, ma sempre più persone si stanno "svegliando" stanno rendendosi finalmente conto del sistema-truffa in cui viviamo, che per molti anni abbiamo vissuto con passività, senza nemmeno rendercene conto, è questa la vera libertà!


TECNOLOGIA RFID

Qualche anno fa, il presidente Obama dichiarò che avrebbe reso obbligatorio nel corso del 2013 l'inserimento del microchip sottocutaneo in tutta la popolazione americana. L’obiettivo era di creare un registro nazionale di identificazione che avrebbe permesso di “seguire meglio i pazienti avendo a disposizione tutte le informazioni relative alla loro salute”. Il progetto relativo alla salute (HR 3200) è stato adottato recentemente dal Congresso e alla pagina 1001, contiene l’indispensabile necessità per tutti i cittadini che usufruiscono del sistema sanitario di essere identificati con un microchip, il cui prototipo definitivo è allo studio della FDA (Food and Drug Administration) dal 2004.
A proposito di RFID e nuove tecnologie di micro impiantistica, ci sono articoli che mostrano fino a che punto è arrivata la miniaturizzazione di detti dispositivi; quelli prodotti dalla Hitachi ad esempio sono piccoli quanto un granello di sabbia.
Nella prima foto a siniistra, il pixel nero che vedete è proprio il chip in questione, delle dimensioni di 0.05 x 0.05 millimetri. Nella seconda immagine la riga nera obliqua è un capello, messo a confronto con i chip RFID in questione.

Di contro esiste poi un altro tipo di microchip; il VERICHIP. VeriChip è l'unico chip RFID approvato dalla Food and Drug Administration che può essere impiantato sulle persone. Commercializzato dalla PositiveID (ex VeriChip corporation) sussidiaria della Digital Angel Inc., ha ottenuto l'approvazione della FDA nel 2004. Della dimensione di una monetina di 10 centesimi, viene normalmente impiantato nell'area tra spalla e gomito in anestesia locale. Scandendolo alla giusta frequenza, il dispositivo fornisce un ID di 16 cifre che può essere collegato a un database esterno contenente l'identità del soggetto, la cartella clinica e altre informazioni. Essendo il dispositivo progettato per la lettura da parte di terzi, il suo utilizzo ha fatto nascere controversie da cui sono scaturiti diversi dibattiti.
Possibili applicazioni del Verichip riguardano il controllo di detenuti in libertà vigilata, pazienti psichiatrici, immigrati clandestini, cittadini senza fissa dimora.
Rischi per la salute: secondo Wired News online, e la Associated Press, sono state effettuate ricerche nei precedenti 10 anni che hanno mostrato una possibile connessione tra i chip e il cancro. I topi e i ratti a cui sono stati impiantati chip incapsulati nel vetro, come quelli prodotti dalla VeriChip, hanno sviluppato cancri maligni (a crescita rapida e letali) con una percentuale che va dal 1% al 10% dei casi. Nei ratti, la media percentuale si aggira attorno al 1% mentre nei topi-p53-deficienti, la percentuale raggiungeva il 10%.


Retroingegneria: chi copia chi ?

La persona dotata di chip può esser manipolata in molti modi. Usando frequenze diverse, si può modificare la vita emotiva di una persona creando una specie di realtà virtuale – come sembra accada anche nelle abductions - attraverso la stimolazione dell’encefalo: “La si può rendere aggressiva o letargica. La sessualità può venire influenzata artificialmente. I segnali del pensiero e le riflessioni del subconscio possono essere letti, i sogni influenzati e persino indotti, tutto senza che la persona con l’impianto lo sappia o acconsenta”.
La somiglianza con i rapimenti alieni pone alcuni quesiti; I militari terrestri hanno adottato la retroingegneria aliena piegandola ai propri obiettivi, oppure le abductions si riducono per lo più a MILABS, ovvero rapimenti da parte di militari che ricostruiscono scenari virtuali in cui sarebbero entità extraterrestri ad agire sugli addotti ? Come se questo scenario non fosse abbastanza agghiacciante, ecco aggiungersi in parallelo all’irradiamento tramite impulsi elettromagnetici, i metodi chimici di controllo delle masse.
E qua il pensiero corre alle misteriose scie chimiche di più recente comparsa e agli esperimenti che ufficialmente dovrebbero modificare il clima. Droghe, sostanze chimiche tossiche e gas da inalazione potrebbero essere diffusi nell’aria o negli acquedotti. Se negli USA il metodo per influenzare la popolazione a scegliere di farsi impiantare un microchip passerà molto probabilmente per la via della riforma sanitaria, in Europa i governi sembrano aver scelto la strada della moneta unica: sostituire il denaro corrente, carte di credito e bancomat con un chip.
La crisi, il caos economico non sarebbero altro che scorciatoie per condurre la popolazione il più velocemente possibile verso il controllo globale. “Quando le nostre funzioni cerebrali saranno ormai connesse ai supercomputers, tramite impianti radio e microchips, sarà ormai troppo tardi per protestare. Questa minaccia può essere sconfitta solo istruendo il pubblico” ha avvisato la Rauni Kilde.
E con uno scenario del genere meglio essere pronti e passare per pazzi che farsi trovare impreparati, o come diceva Karl Popper, “il prezzo della libertà è la costante vigilanza”.

QUINDI ATTENZIONE GENTE !!!
CI STANNO TRASCINANDO VERSO IL BARATRO. E QUESTO E' PROPRIO CIO' CHE VUOLE IL NWO ...!!






Fabrizio Rondina - HWH 22
Voghera, 09 ottobre 2016

Fonti:
https://it.wikipedia.org/
http://coscienza-universale.com/
http://www.informatblog.com/
http://www.disinformazione.it/
http://terrarealtime.blogspot.it/