Team HWH22 - Sezione Notizie

---- NOTA ----
Tutte le foto e gli articoli sono copyright dei rispettivi autori e sono stati ottenuti da Internet.
Sulla presente pagina, viene riportata solo la prima parte dell'articolo,
il quale presegue poi cliccando il relativo link sotto riportato.
Con questa proposta non si intende ovviamente infrangere nessun articolo di Copyright su documenti e immagini.
Nel caso deteniate i diritti sulle immagini pubblicate, riporteremo i links di ciascuna pagina,
o cancelleremo tutte le immagini riportate.

Non ci assumiamo la responsabilità sulla veridicità dei contenuti degli articoli.



Archivio anno 2016

QUESTA SETTIMANA


CRONOVISIONE
MISTERI
GUARIGIONI
MISTERI
UFOLOGIA
ESP
   Il Cronovisore: L'apparecchio con cui Padre Ernetti ha fotografato GESÙ
   Il mistero degli spettacolari "Sprite" sparati dalla Terra
   Spagiria: l'antica tradizione della guarigione
   Spariscono persone a grappoli – Che cosa sta succedendo?
   1954: I radar War Office e la formazione U=Z contro l'energia nucleare
   Chiaroveggenza, intuito, telepatia: l’altra dimensione dell’uomo



01 CRONOVISIONE
Il Cronovisore: L'apparecchio con cui Padre Ernetti ha fotografato GESÙ


La notizia ha del sensazionale: in Vaticano verrebbe tenuta gelosamente nascosta una macchina capace di vedere il passato, attraverso una sorta di televisore. Uno strumento scientifico portentoso e fantastico, che potrebbe divenire pericoloso per l'intera umanità: il "cronovisore”, così si chiama la scoperta, captando gli eventi del passato, li farebbe vedere come si sono realmente svolti, svelando anche rischiosi segreti. La macchina sarebbe stata inventata da un ricercatore italiano, padre Pellegrino Alfredo Maria Ernetti, monaco benedettino, conosciutissimo esorcista, musicologo di fama internazionale e scienziato, vissuto a Venezia, nel convento benedettino dell'isola di San Giorgio Maggiore, dove è morto ventidue anni fa, nel 1994.

A rivelare la scoperta è un libro "bomba" appena pubblicato in Francia, a Parigi, dalle Edizioni Albin Michel: "Le noveau mystère du Vatican" (Il nuovo mistero del Vaticano") del teologo francese padre Francois Brune. Brune è un personaggio assai noto in Francia: professore di teologia, ha pubblicato libri di notevole impegno, accolti sempre con grande interesse anche dalla stampa laica. Il suo nome, come quello della casa editrice, sono una garanzia di serietà scientifica e per questo il volume che ha dedicato al cronovisore ha riaperto congetture e discussioni infuocate, diventando una miscela esplosiva.

Della sconvolgente apparecchiatura aveva già parlato intorno agli anni '70 lo stesso padre Ernetti in numerose interviste e pubblicazioni, e ai suoi allievi di prepolifonia al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. La scoperta aveva suscitato un putiferio. Da una parte c'erano infatti sostenitori entusiasti: se era possibile rivedere il passato, la macchina avrebbe sciolto definitivamente tutti i dubbi restanti su eventi fondamentali che avevano cambiato la storia del mondo.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





02 MISTERI
Il mistero degli spettacolari "Sprite" sparati dalla Terra


Molte sono quelle persone che sostengono che in epoche remote gli alieni avrebbero visitato quello che una volta era un incontaminato pianeta blu, ancor prima che venisse popolato da una curiosa razza di bipedi dominanti e soprattutto "intelligenti" che di punto in bianco sarebbero scesi dalle cime degli alberi subtropicali, probabilmente costretti dalla fame, per poi mettersi a correre come i forsennati attraverso l'intero continente Africano considerato dagli antropologi la culla del genere umano e da dove, sfortunatamente, tutto avrebbe avuto inizio.

I nostri primordiali antenati, dopo essersi stabiliti definitivamente in varie parti del mondo, avrebbero deciso di dare una svolta alla loro esistenza strutturandosi socialmente al punto da creare delle civiltà molto avanzate la cui grandezza doveva essere rappresentata attraverso la costruzione di monumentali edifici e l'innalzamento di enormi monoliti cosa che avrebbe dovuto risultare estremamente difficoltoso con le tecnologie e le conoscenze di quel periodo! Per quale motivo avrebbero dovuto fare tutto ciò? Come spiegare questo salto evolutivo avvenuto nell'arco di poche migliaia di anni le cui congetture sembrano mettere a dura prova le controverse teorie di Darwin?

La teoria secondo la quale delle entità extraterrestri sarebbero in procinto di fare ritorno sulla Terra per dare il colpo di grazia alla genesi umana è stata ampiamente discussa dai sostenitori della teoria degli antichi Argonauti, mitici viaggiatori spaziali interpretati come delle ancestrali divinità dalle antiche popolazioni della Terra.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





03 GUARIGIONI
Spagiria: l'antica tradizione della guarigione


Come diceva Goethe:

“La conoscenza della Natura deve rappresentare un punto di incontro, un ritmo tra l’estremo empirico e quello astratto. Tale punto di incontro si realizza in un nuovo sistema di conoscenza, chiamato “intuizione” o percezione del “fenomeno originario”. In essa il fatto percepito perde la sua particolarità empirica per rivelare l’idea, la legge profonda della natura, idea e legge che in un altro modo non potrebbe mai essere colta al di fuori dell’ambito sensibile. Questo è possibile perché l’Uomo fa parte della Natura ed è Natura lui stesso e quindi non si può avere una contrapposizione tra soggetto ed oggetto nel conoscere, poiché lo stesso spirito si esprime nell’Uomo e nella Natura. L’Uomo conoscendo il mondo conosce se stesso e nel soggetto vi è tutto ciò che è nell’oggetto.”

La Spagiria come l’Omeopatia, usa la pianta intera senza escludere nulla, lavorandola con mezzi e tecniche appropriate. Nel caso della sapagiria la si lavora con le mani, servendosi di utensili che provengono da metalli puri, come il rame, il bronzo e il vetro, per i vari processi lavorativi.

La differenza tra Spagiria ed Omeopatia sta nel fatto che la seconda salta alcuni passaggi di elaborazione che risultano alla fi ne i più importanti, anche se richiedono tempi di preparazione molto più lunghi (più di 3/4 mesi)

Per una questione economica, quindi, l’Omeopatia ha deciso di fare a meno di alcuni dei passaggi per ottenere maggiori quantitativi di prodotto da vendere sul mercato farmaceutico.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





04 MISTERI
Spariscono persone a grappoli – Che cosa sta succedendo?


Grappoli di persone sono semplicemente scomparsi, a volte 2 o 3, ma fino a 20 e 30 persone stanno scomparendo dalle stesse sedi negli Stati Uniti nei parchi nazionali, a volte proprio da sotto il naso le persone che sono con loro.le-sparizioni-di-citt-del-messico-orig_main Giovani, vecchi e in mezzo, alcuni di loro si trovano in luoghi che sono definiti come “inaccessibili”, o in aree dove erano già stati cercati.

Strana è ancora la reazione delle agenzie federali competenti per i documenti pubblici in cui la risposta non è solo “No, per l’INFERNO, no”! L’abbigliamento viene trovato riverso al momento della scomparsa, a volte ben piegato, altre volte no. Dopo aver compilato l’evidenza di queste sparizioni, si dimostra che ci sono circa 30 diversi luoghi in cui la sparizione di questi gruppi di persone si è verificata. Il video al minuto 01:07 mostra una notizia che è agghiacciante, sconvolgente e inspiegabile.

Ogni anno in Messico ci sono migliaia di desaparecidos. E neppure i quartieri ricchi della capitale sembrano al sicuro ‘Affrontare un incubo. La sparizione forzata di persone in Messico’ questo è il titolo del nuovorapporto di Amnesty International diffuso ai mezzi di comunicazione internazionali, che fa il punto e denuncia la gravissima situazione della sparizione di persone nel paese. Sono oltre 26mila le persone scomparse o delle quali non si sa più nulla, secondo il registro della Procura della Repubblica.

Sebbene già questo sia di per sé un numero impressionante – oltre 4mila persone l’anno – si teme che sia molto più alto, per l’approssimazione e per la mancanza di metodologia e procedure chiare e trasparenti nella raccolta dei dati da parte delle istituzioni pubbliche.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





05 UFOLOGIA
1954: I radar War Office e la formazione U=Z contro l'energia nucleare


Il termine linguaggio alieno si riferisce a qualsiasi forma di linguaggio che potrebbe essere utilizzato da ipotetiche forme di vita extraterrestri. Lo studio di tali linguaggi è stato denominato xenolinguistica o astrolinguistica ed è un campo ipotetico presente soprattutto nella fantascienza.

Generazioni di autori di fantascienza si sono confrontati col problema dei linguaggi alieni; alcuni hanno creato lingue artificiali per i propri personaggi, altri invece hanno eluso il problema introducendo speciali dispositivi per la traduzione o altre tecnologie fantastiche.

Sebbene la questione dei linguaggi alieni rimanga per lo più limitata alla letteratura fantascientifica, la possibile esistenza di forme di vita extraterrestri intelligenti la rende oggetto credibile anche di speculazioni scientifiche e filosofiche.

Ipotizzando che gli alieni cerchino di comunicare con noi attraverso un linguaggio simbolico non sarebbe un ipotesi da scartare.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





06 ESP
Chiaroveggenza, intuito, telepatia: l’altra dimensione dell’uomo


Nominare fenomeni che esulano dall’ambito ordinario con cui siamo abituati a interagire, suscita, ancora oggi, in molte persone grande sospetto.

Quando si cerca di parlare di campo magnetico umano, di stadi diversi della coscienza, di intelligenza collettiva ed emotiva o di altri argomenti affini, inevitabilmente si finisce per essere bollati come visionari o invasati.

Sono, quindi, ancora molti gli argomenti che non ricevono una giusta attenzione e tante le scoperte nel campo della scienza che rimangono confinate nei propri ambiti. Provare a rompere questi argini, può portarci a cambiare la prospettiva da cui guardiamo il mondo che ci circonda, nonché l’idea che abbiamo di noi stessi.

Pensiamo, ad esempio, al concetto di “intelligenza”: è comunemente accettata la tesi per cui la Mente dell’uomo risieda nel cervello. Ma se non fosse esattamente così? Alcuni anni fa, gli scienziati dell’Istitute of HeartMath, hanno dimostrato che il cuore umano genera un campo energetico più ampio e potente di tutti quelli prodotti da qualsiasi altro organo del corpo, compreso il cervello. Infatti, il campo elettrico, misurato dell’elettrocardiogramma(ECG), è all’incirca 60 volte più grande in ampiezza, di quello generato dalle onde cerebrali registrate da un elettroencefalogramma (EEG).

La componente magnetica del campo del cuore, invece, è addirittura circa 5000 volte più potente di quella originata dal cervello. Essa non è impedita dai tessuti e può essere misurata con uno strumento a Superconduzione di Interferenze Quantiche (SQUID), basato su magnetometri.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE

PrimeBox CookieBar Example: acceptOnScroll